02/12/2021

CSCI&PROMETHEUS: EDUCAZIONE CIVICA DIGITALE TRA SPIRITO CRITICO E RESPONSABILITA’

Educare al web, questa è la sfida. Creare, cioè, una nuova dimensione che aggiorna ed integra l’educazione civica, finalizzata a consolidare il ruolo della scuola nella formazione di cittadini in grado di partecipare attivamente alla vita democratica (cosa che comprende anche l’utilizzo del web) formando un’utenza consapevole delle grandi potenzialità e rischi legati all’uso di internet; l’obiettivo è quello di trasformare la rete in uno spazio non solo comune ma soprattutto civile e condiviso, educando tutti i fruitori a distinguere i comportamenti legittimi da quelli non virtuosi.

Come del resto è dichiarato nel Piano Nazionale Scuola Digitale, il digitale non è solo strumento per la comunicazione o la didattica ma mira a sviluppare spirito critico, consapevolezza e responsabilità in particolare negli studenti. La scuola deve contribuire a costruire percorsi educativi che avvicinino (e che coinvolgano) soprattutto i più giovani alle questioni che fanno funzionare la società.

L’Educazione Civica Digitale si presenta quindi come una sezione dell’educazione civica che ha come fine la costruzione di un mondo virtuale – nel suo pieno potenziale - sano e fruibile da tutti. Ad esempio, l’Educazione Civica Digitale si pone come obiettivo quello di ridurre l’odio digitale in rete, così come gli altri sgradevoli fenomeni come fake news, violazione della privacy e revenge porn. Considerando che gli studenti attualmente a scuola rappresentano la generazione più immersa nelle tecnologie digitali, sarebbe inutile quanto controproducente chiudere gli occhi sui rischi del web: è invece corretto offrire loro - in un ambiente sicuro come quello scolastico - gli strumenti necessari per discernere e ottenere tutto il buono da un mondo (ineliminabile, ormai, tra l’altro) come quello del web, caratterizzato da enormi possibilità.

Ecco perché un progetto come PROMETHEUS, costituisce un ottimo supporto formativo per un’educazione ai media di livello primario e secondario, pronto a fornire un approccio mirato, adeguato all’età e appositamente indirizzato sia a studenti, sia a genitori che docenti, rendendo possibile un’educazione all’alfabetizzazione mediatica di alta qualità grazie a strumenti validi, innovativi e concreti. Prometheus, Professionals' Media Empowerment through Educational Suitability, è un progetto Erasmus+ - di cui CSCI Novara è tra i partner italiani oltre a Istituto Cairoli- che vede la partecipazione di Združenje KUD Parzival (Slovenia), Universitatea Lucian Blaga din Sibiu (Romania), Osnovna Waldorfska Skola – (Croazia) e Universidad Internacional Isabel I de Castilla (Spagna).

 

News

, 15.01.2022

NEW TIMES: pronta la seconda newsletters!

Pronta la seconda newsletters di "NEW TIMES!", il progetto Erasmus + di cui CSCI è tra i partner italiani, oltre a Prometeo, con la partecipazione del Movimento Federalista Europeo...