15/07/2021

ECN4MI Erasmus + e CSCI: una rete europea per l’inclusione dei migranti

CSCI è partner italiano di “ECN4MI - Establishment of a coordinated and collaborative network on migrant issues in Europe“, progetto Erasmus+ che vede la partecipazione di paesi quali Lituania (capofila con VJDRMC), Svezia (Stiftelsen Litorina Folkhögskola i Karlskrona), Germania (Beramí berufliche Integration) e Portogallo (Aidlearn); il progetto si pone l’obiettivo di una cooperazione tra reti istituzionali europee per sviluppare un sistema che si occupi sia dell'inclusione dei migranti - tramite adeguata condivisione di informazioni e coordinamento - sia di sviluppare un programma di formazione per funzionari pubblici, rappresentanti comunali e ONG su come affrontare le questioni relative ai migranti, migliorando l'organizzazione del lavoro.

ECN4MI mira ad accelerare la realizzazione degli obiettivi del Global Compact for Safe, Orderly and Regular Migration on 10 December 2018. Il “Patto globale sulle migrazioni” prevede una serie di proposte concrete: fra gli obiettivi, norme quali “affrontare e ridurre le vulnerabilità dei migranti”, oltre ad invitare gli stati ad una maggiore cooperazione per gestire meglio il fenomeno migratorio. Il tutto si allinea al concetto di sviluppo sostenibile, in particolare all’obiettivo 10 dell’Agenda 2030, denominato «Ridurre le disuguaglianze», che al par. 7 specifica l’esigenza di «rendere più disciplinate, sicure, regolari e responsabili la migrazione e la mobilità delle persone, anche con l’attuazione di politiche migratorie pianificate e ben gestite».

Tale patto è un testo di innegabile valore aggiunto: sottolinea l’importanza degli impegni che dovrebbero essere assunti dagli Stati e si radica nei principi di umanità e solidarietà internazionale (par. 5), riproponendosi di raggiungere un livello di equità nella ripartizione delle responsabilità tale da consentire di proteggere e assistere più adeguatamente i rifugiati.

Tra gli ambiti prioritari del Patto, oltre al basilare “Ammissione e accoglienza dei rifugiati negli Stati ospitanti”, è presente “Affrontare le esigenze specifiche dei rifugiati (…)”: ECN4MI, come già detto, vuole offrire una soluzione, puntando ad una nuova rete di fornitori di educazione per adulti, che aumenteranno il loro impatto a livello locale e coopereranno efficacemente a livello europeo.

In molti paesi, unfatti, non esiste un sistema che si occupi dell'inclusione dei migranti a causa di un'inadeguata condivisione di informazioni e coordinamento tra diverse istituzioni. Per soddisfare tale desiderata, il progetto promuoverà la cooperazione europea tra i diversi fornitori e le parti interessate su temi specifici (ad esempio le competenze digitali, l'alfabetizzazione, la capacità di calcolo, la cittadinanza), sviluppando un programma di formazione destinato a funzionari pubblici, rappresentanti comunali, e personale ONG atto ad affrontare al meglio le questioni relative ai migranti e coordinare e semplificare (rendendo più efficiente) il lavoro già svolto dalle istituzioni esistenti. Inoltre, sarà creato un sito web contenente tutti i risultati del progetto, messi a disposizione del pubblico.

Se per “integrazione” si intende un processo di confronto e di scambio di valori, di standard di vita e modelli di comportamento tra popolazione immigrata e società ospitante”, ECN4MI è una risposta da non sottovalutare.

 

Per info: www.cscinovara.it

 

**************************************************************************

Progetto finanziato dall'Unione Europea nell'ambito del Programma 

News

, 05.10.2021

Presentazione progetti mobilità studenti SWEET2020 - SWEET2021 - TOWORK 2020

Nel pomeriggio di venerdi 8 ottobre 2021  all'ITI Omar di Novara avrà luogo il primo degli incontri di presentazione dei progetti mobilità SWEET2020 - SWEET2021 - TOWORK...