04/07/2022

MP4S - MINDFULNESS PRACTICES FOR STUDENTS IN SOCIETY: MEDITARE PER UN MONDO PIU’ COMPASSIONEVOLE

“Non puoi fermare le onde, ma puoi imparare il surf”

Jon Kabat -Zinn

 

La mindfulness è una forma di meditazione. Citando Jon Kabat-Zinn, biologo e scrittore statunitense, fondatore del Center for Mindfulness in Medicine, Health Care and Society presso la University of Massachusetts Medical School, la mindulfness focalizza “l'attenzione sul momento presente coltivando un atteggiamento non giudicante”.

Più specificatamente con il termine mindfulness ci si riferisce sia a una pratica meditativa specifica che a un complesso di processi psicologici, con lo scopo di aiutare le persone a ridurre il dolore e lo stress attraverso un percorso strutturato mirato a prevenire sia le ricadute nella depressione, ad esempio, così come a gestire al meglio dipendenze e migliorando al tempo stesso la regolazione emotiva.

Le sue origini derivano dalla filosofia buddhista secondo cui la sofferenza (intesa come sofferenza psicologica) deriva da una visione errata della realtà che può essere corretta mediante la meditazione; gli individui possono eliminare la sofferenza acquisendo la corretta visione della realtà – cioè il momento presente, il qui e ora – e diventando consapevoli di sé, dei propri pensieri e delle proprie emozioni negative, vedendoli per quello che sono realmente, ossia prodotti della propria mente che, in quanto tali, possono essere controllati.

Ma al di là dei motivi riconducibili al buddhismo, la mindfulness è conosciuta, apprezzata in tutto il mondo e inserita in diversi contesti scolastici proprio perché – attraverso semplici pratiche di respirazione - permette di raggiungere uno stato di benessere, sia che la mindfulness sia praticata da bambini, sia praticata da adulti.

A credere in questa filosofia è il progetto Erasmus + MP4s - Mindfulness Practices for Students in Society, di cui CSCI è partner italiano insieme a UNIVERSITA’ DEGLI STUDI ROMA TRE e che vede come capofila INSTITUT POLYTECHNIQUE UNILASALLE (Francia) insieme ai partner IZI DERNEGI (Turchia), Conhecer-Se - Associação de crescimento pessoal (Portogallo), VILNIAUS UNIVERSITETAS (Lituania), RESEAU DES UNIVERSITES DES CAPITALES DE L'EUROPE (Belgio) e UNIVERSIDADE NOVA DE LISBOA (Portugal).

Il partenariato di MP4s ha analizzato molto attentamente alcuni recenti dati: negli Stati Uniti, secondo i sondaggi sugli studenti del 2018 e 2019 dell'American College Health Association (ACHA), circa il 60% degli intervistati ha provato un'ansia "travolgente", mentre il 40% ha sperimentato una grave depressione. In un altro sondaggio di novembre 2020 intrapreso da Chegg, un servizio di apprendimento per studenti con sede in California, più della metà (56%) di 16.839 studenti universitari di età compresa tra i 18,21 anni che ha risposto a un sondaggio in 21 paesi afferma che la loro salute mentale ha sofferto a causa del COVID. Gli studenti hanno segnalato di essere colpiti, inoltre, dallo stress causato dal cambiamento climatico. La mindfulness è una soluzione, dato che – come detto - sostiene che per aumentare il benessere delle persone, bisogna insegnare loro a gestire al meglio ansia e depressione, meditando e restando centrati sul "qui e ora”, imparando quindi a tralasciare i pensieri negativi proiettati in una visione futura. Inoltre, studi indagano su come molti programmi educativi stiano sperimentando l'implementazione del "tempo tranquillo" (cioè 3-5 minuti di respirazione all'inizio di ogni attività o classe nei paesi europei) grazie a organizzazioni private o non profit che spesso offrono programmi a pagamento per gli studenti, dalle scuole superiori alle università.

MP4s invece punta a diffondere e a promuovere l'inclusione di pratiche di mindfulness nei curricula in contesti educativi d’istruzione superiore, partendo da un'approfondita ricerca intersettoriale sulle preoccupazioni emotive degli studenti, producendone così una mappatura condotta dalle 4 università del partenariato.

Tra gli altri prodotti del progetto è prevista la creazione del Mindfulness Toolbox, un manuale di pratiche esistenti nel settore dell’Istruzione superiore, universitaria o terziaria nei paesi partner che mira a rispondere direttamente ai bisogni e alle preoccupazioni degli studenti identificati nella fase di mappatura del progetto, fornendo una cassetta degli attrezzi facile, contenente esercizi e attività esperienziali (quali ad esempio, registrazioni audio di pratiche fondamentali di mindfulness come consapevolezza del respiro, del corpo, degli ostacoli, delle emozioni, dei pensieri e dei processi mentali, coltivazione della gentilezza e della compassione) per favorire la pratica personale mindulfulness degli studenti, consentendo loro di mescolare e abbinare le aree di pratica da sviluppare, migliorando aree legate sia all’ansia per il futuro, sia a problemi relazionali quali fiducia in sé stessi e pensieri negativi.

 

News

, 01.08.2022

CSCI&CIRCLE LAB: IL MODULO 4 – NEL REGNO DELLA PLASTICA

Mentre Dickens pubblicava a puntate sul proprio giornale “Grandi speranze”, un altro illustre inglese - il chimico Alexander Parkes - brevettava il primo materiale plastico semisintetico,...